dcsimg
La versione del tuo browser non è aggiornata. Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.

Iniziativa a sostegno delle comunità colpite dal terremoto Avviso ai clienti.

Descrizione

l Gruppo Assicurativo Poste Vita interviene a sostegno delle comunità colpite dal terremoto del 24 agosto u.s. non procedendo all’addebito o alla riscossione delle rate di premio dei prodotti di protezione della persona e dei beni di seguito indicati con scadenza tra la data del sisma ed il 21 febbraio 2017, mantenendo valide in tale periodo le coperture assicurative previste:
  • prodotti di protezione delle persone. L’iniziativa riguarda i Clienti residenti - o che hanno sottoscritto la polizza - prima del sisma nei Comuni di Arquata del Tronto, Acquasanta Terme, Montefortino, Montemonaco, Montereale, Capitignano, Campotosto, Valle Castellana, Rocca Santa Maria, Accumoli, Amatrice, Preci, Norcia, Cascia, Monteleone di Spoleto
  • prodotti di protezione dei beni. L’iniziativa riguarda le polizze a protezione di beni immobili siti in uno dei comuni sopra indicati
  • prodotto Postafuturo Da Grande, la polizza vita a favore dei bambini da zero a dieci anni di età pensata per le famiglie che desiderano mettere da parte dei risparmi per il futuro di figli o nipoti

Il Gruppo procederà alla restituzione delle eventuali rate pro tempore riscosse. Per ogni ulteriore informazione chiamare il nostro numero verde di Poste Vita 800 316181 o al numero verde di Poste Assicura 800 131811. Per consultare l’elenco dei prodotti oggetto di questa iniziativa basta scaricare il documento pdf nella sezione allegati di questa pagina.
 

Per la residenza farà fede quanto risultante dai sistemi della Compagnia alla data del sisma, salvo che il contraente non provi, fornendo idonea certificazione, il cambiamento di residenza in uno dei comuni sopra elencati, anteriormente alla data del sisma.

In data 18 dicembre 2016 è entrata in vigore la legge n. 229 del 15 dicembre 2016, che ha convertito in legge, con modificazioni, il decreto-legge n. 189 del 17 ottobre 2016, adottata al fine di fronteggiare l'emergenza derivante dal sisma del 24 agosto 2016 e dai successivi eventi reiterati nei mesi successivi.
In sostanza, in tema di anticipazione della posizione individuale maturata presso forme di previdenza complementare, è prevista l'applicazione di una disciplina di maggior favore per i soggetti residenti nei Comuni interessati dal sisma.

In particolare, l’art. 48, comma 13-bis, dispone che per ragioni attinenti agli eventi sismici che hanno interessato le Regioni colpite dal terremoto del 24 agosto, alle richieste di anticipazione per acquisto/ristrutturazione della prima casa o per ulteriori esigenze, di cui all'art.11, comma 7, lett.b) e c) del d.lgs 252/2005, avanzate da parte degli Aderenti alle forme pensionistiche complementari residenti nei Comuni interessati previsti dalla normativa negli appositi allegati, si applica in via transitoria quanto previsto dall’articolo 11, comma 7, lettera a) del citato decreto legislativo, per la causale delle spese sanitarie, a prescindere quindi dal requisito degli otto anni di iscrizione ad una forma pensionistica complementare. Il periodo transitorio ha durata triennale, a decorrere dal 24 agosto 2016.

Per prendere visione dell’elenco completo dei comuni interessati, è possibile consultare qui l'allegato del testo di legge.


Hai bisogno di aiuto?

© Poste Vita S.p.A., Viale Beethoven, 11, 00144 ROMA
PEC: postevita@pec.postevita.it - P.I. 05927271006.
Impresa iscritta alla Sezione I dell'Albo delle Imprese al n. 1.00133.

vai a inizio pagina